Le Ausiliarie: il nostro carisma

Il carisma che l’ausiliaria accoglie nella sua vita di consacrata quale carisma specifico è l’esperienza di vivere come Maria: imitandola nel suo sguardo fisso in Dio, Amore trinitario, ripetendo quel “sì” aprendo il proprio cuore ai fratelli. L’ausiliarie quotidianamente è in cammino per proclamare le meraviglie di Dio, stando a fianco agli uomini del proprio tempo, come Maria a Cana: umile donna delle dispense, attenta alla festa capace di cambiare le difficoltà in opportunità eterne.

La spiritualità delle ausiliarie, in quanto cammino spirituale, percorso di crescita interiore e impegno nella vita quotidiana segue la spiritualità evangelica, mariana e ignaziana. La cura spirituale che le ausiliarie hanno avuto dal loro fondatore il gesuita padre D’Aria, da padre Giuseppe Peluso e dai suoi confratelli gesuiti, hanno caratterizzato di spiritualità ignaziana la giovane comunità mediante gli esercizi spirituali, i ritiri mensili e i molti aggiornamenti biblici e teologici. Il fondatore padre D’Aria, sin dall’inizio volle le sue ausiliarie alla scuola del grande maestro S. Luigi Maria Grignon de Monfort e di S. Teresa del Bambin Gesù quale ispiratrice della piccola via alla santità. Centro della spiritualità mariana per l’ausiliaria è l’impegno a vivere orientando tutta la propria vita e le proprie azioni verso la santità di Dio, quest’ appartenenza a Dio genera Dio e trasforma la comunità in famiglia di Maria, famiglia di cui Maria è Madre e Regina: Madre mia, fiducia mia!

Padre D'ARIA tra i suoi ragazzi
Il fondatore delle Ausiliarie Padre Francesco Saverio M. D’Aria sj tra i suoi ragazzi.